1. Home
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Prolattina alta: cause e implicazioni

Prolattina alta: cause e implicazioni

Dott.ssa Priscilla Andrade

Dott.ssa Priscilla Andrade

Ginecologa presso Clinica Fertilab Barcelona

Cosa è la prolattina e perché è importante

La Funzione della Prolattina

La prolattina è essenziale sia negli uomini che nelle donne, sebbene sia più conosciuta per il suo ruolo nelle donne, specialmente durante e dopo la gravidanza. Nelle donne, la prolattina stimola le ghiandole mammarie a produrre latte, un processo noto come lattogenesi. Inoltre, durante la gravidanza, la prolattina contribuisce a preparare il seno per l’allattamento.

Nell’uomo, i livelli di prolattina influenzano vari aspetti della salute riproduttiva, come la produzione di sperma e la libido. Inoltre, la prolattina ha un ruolo nel benessere emotivo di entrambi i sessi, essendo collegata a funzioni come il sonno, il sistema immunitario e il metabolismo.

Link rapidi

Regolazione della Prolattina

La produzione di prolattina è regolata da altri ormoni prodotti nel cervello, principalmente la dopamina, che agisce come un inibitore. Questo significa che quando la dopamina diminuisce, i livelli di prolattina tendono ad aumentare. Altre sostanze, come gli estrogeni, possono anche influenzare i livelli di prolattina.

Variazioni Normali dei Livelli di Prolattina

È normale che i livelli di prolattina fluttuino nel corso della giornata e a seconda delle circostanze. Per esempio, i livelli di prolattina possono aumentare durante il sonno, dopo l’esercizio fisico o in risposta allo stress. Nelle donne, i livelli di prolattina variano anche in base al ciclo mestruale e aumentano significativamente durante la gravidanza.

La prolattina è un ormone versatile con un ruolo cruciale nella salute e nel benessere. Comprendere la sua funzione e la sua regolazione è fondamentale per identificare quando i suoi livelli possono indicare una condizione di salute da indagare ulteriormente.

 

 

Prolattina alta: identificare le cause comuni

La prolattina alta, nota anche come iperprolattinemia, si verifica quando i livelli dell’ormone prolattina nel sangue sono superiori al normale. Questa condizione può avere diverse cause e può influenzare sia uomini che donne. È importante identificare le cause comuni per comprendere meglio come gestire e trattare questa condizione.

Cause Endocrine e Fisiologiche

Una delle cause più comuni di prolattina alta è la presenza di un microadenoma o macroadenoma ipofisario, ovvero un piccolo tumore benigno sulla ghiandola pituitaria. Questi adenomi possono produrre prolattina in eccesso, portando a livelli elevati nel sangue.

Altre condizioni endocrine, come l’ipotiroidismo (ridotta funzione della tiroide), possono anche portare a un aumento della prolattina. In questi casi, la ghiandola pituitaria produce più prolattina per stimolare la tiroide.

Fattori Farmacologici

Molti farmaci possono aumentare i livelli di prolattina, inclusi antipsicotici, antidepressivi, alcuni farmaci per la pressione alta e pillole anticoncezionali. Questi farmaci possono influenzare la produzione di prolattina o interferire con gli ormoni che la regolano.

Fattori di Stile di Vita e Condizioni Mediche

Lo stress fisico e psicologico può causare un aumento temporaneo dei livelli di prolattina. Anche alcune condizioni mediche, come insufficienza renale cronica o cirrosi epatica, possono influenzare i livelli di questo ormone.

Inoltre, pratiche come la stimolazione del seno o chirurgie al torace possono anche aumentare i livelli di prolattina.

Gravidanza e Allattamento

Durante la gravidanza e l’allattamento, i livelli di prolattina aumentano naturalmente. Questo incremento è essenziale per la produzione di latte e non è considerato patologico.

 

Sintomi dell’Elevata Prolattina: Cosa Osservare

L’iperprolattinemia, o livelli elevati di prolattina nel sangue, può manifestarsi con una serie di sintomi che variano in base al genere e all’età. Questi sintomi sono spesso il primo indizio che porta a indagare sui livelli di prolattina. Ecco alcuni dei sintomi più comuni associati alla prolattina alta.

 

Sintomi nelle Donne

  • Disturbi Mestruali: Le donne con prolattina alta possono sperimentare irregolarità mestruali, come cicli assenti (amenorrea) o meno frequenti (oligomenorrea).
  • Galattorrea: La produzione di latte al di fuori della gravidanza o dell’allattamento è un sintomo chiave. Questo può accadere in entrambi i seni e non è necessariamente correlato a una recente gravidanza.
  • Infertilità: La prolattina alta può interferire con l’ovulazione, rendendo più difficile il concepimento.
  • Diminuzione della Libido e Disfunzioni Sessuali: Questi possono essere effetti diretti dell’alterazione ormonale o indiretti a causa di altri sintomi come il dolore durante il rapporto sessuale.

 

Sintomi negli Uomini

  • Diminuzione della Libido e Disfunzione Erettile: La prolattina alta può influenzare negativamente il desiderio sessuale e la capacità di mantenere un’erezione.
  • Galattorrea: Anche se meno comune negli uomini, l’eccesso di prolattina può portare alla produzione di latte.
  • Ginecomastia: È l’ingrossamento del tessuto mammario negli uomini, che può verificarsi a causa di squilibri ormonali causati da prolattina alta.
  • Infertilità: La prolattina alta può ridurre la produzione di sperma o alterare la sua qualità.

 

Sintomi Generali in Entrambi i Sessi

  • Problemi di Visione: Se l’iperprolattinemia è causata da un tumore pituitario (prolattinoma), la pressione sulle strutture circostanti può causare problemi di vista.
  • Mal di Testa: Similmente, un prolattinoma può causare mal di testa a causa della pressione esercitata sulle strutture cerebrali.
  • Osteoporosi: Livelli prolungati di prolattina alta possono influire sull’assorbimento del calcio, aumentando il rischio di osteoporosi.

È importante notare che molti di questi sintomi possono essere causati anche da altre condizioni mediche. Pertanto, la presenza di uno o più di questi sintomi dovrebbe incoraggiare una consultazione medica per una valutazione completa. Il medico può consigliare esami del sangue e altre indagini per determinare la causa dei sintomi e fornire il trattamento più appropriato.

 

Quali sono i valori di prolattina considerati normali?

Per quel che attiene ai livelli che denotano una condizione di normalità, questi si attestano tra i 2-29 ng/l per le donne non in stato interessante, mentre per le donne in gravidanza i valori di prolattina sono più alti, ossia 10-209 ng/l. Infine per gli uomini il livello normale di questo ormone è pari a 2-18 ng/l.

 

Prolattina Alta in Uomini e Donne: Differenze e Implicazioni

Anche se la prolattina alta, o iperprolattinemia, può interessare sia uomini che donne, le modalità con cui si manifesta e le sue implicazioni possono variare a seconda del genere. Questa sezione esplora tali differenze e le specifiche implicazioni per uomini e donne.

 

Impatto sul Sistema Riproduttivo Femminile

Nelle donne, la prolattina alta può avere un impatto significativo sulla funzione riproduttiva. Oltre ai sintomi già menzionati, come disturbi mestruali e galattorrea, l’iperprolattinemia può influenzare la salute riproduttiva in altri modi:

  • Effetto sugli Ormoni Sessuali: Livelli elevati di prolattina possono sopprimere la secrezione di ormoni come l’estrogeno, fondamentali per il mantenimento della salute riproduttiva e ossea.
  • Rischi a Lungo Termine: Se non trattata, la prolattina alta può portare a rischi a lungo termine come l’osteoporosi, a causa della ridotta densità ossea legata alla carenza di estrogeni.

Implicazioni nell’Uomo

Nell’uomo, la prolattina alta può passare inosservata per un periodo più lungo, poiché i sintomi possono essere meno evidenti o attribuiti ad altre cause. Le principali implicazioni includono:

  • Influenza sulla Testosterone: Un aumento della prolattina può sopprimere la produzione di testosterone, influenzando vari aspetti della salute maschile, come la massa muscolare, la distribuzione del grasso e la salute ossea.
  • Rischi a Lungo Termine: Come nelle donne, anche negli uomini l’iperprolattinemia non trattata può portare a complicazioni come l’osteoporosi.

Differenze nella Diagnosi e nel Trattamento

La diagnosi di prolattina alta spesso richiede un approccio diverso a seconda del genere:

  • Sensibilizzazione e Riconoscimento: Nelle donne, i sintomi come disturbi mestruali o galattorrea possono portare a una diagnosi precoce. Negli uomini, la condizione può rimanere non diagnosticata fino a quando i sintomi non diventano più evidenti o si verificano complicanze.
  • Trattamento Personalizzato: Il trattamento per l’iperprolattinemia può variare in base al genere, tenendo conto di fattori come desiderio di gravidanza, presenza di osteoporosi, o condizioni preesistenti.

La prolattina alta può avere diverse implicazioni per uomini e donne, influenzando la salute riproduttiva e generale in modi specifici. È fondamentale un approccio individualizzato nella diagnosi e nel trattamento, considerando le esigenze e le circostanze uniche di ciascun paziente. La collaborazione con un endocrinologo o un altro specialista può aiutare a ottimizzare il percorso terapeutico e a gestire efficacemente la condizione.

 

L’Impatto dello Stress e dell’Alimentazione sulla Prolattina

La gestione dei livelli di prolattina non è influenzata solo da fattori biologici e medici, ma anche da elementi del nostro stile di vita, in particolare lo stress e l’alimentazione. Questa sezione esplora come questi due fattori possono influenzare la prolattina e fornisce suggerimenti per un approccio più equilibrato.

Influenza dello stress sulla prolattina

Lo stress, sia fisico che emotivo, può avere un impatto significativo sui livelli di prolattina. Durante periodi di stress, il corpo rilascia ormoni come il cortisolo, che possono alterare l’equilibrio ormonale e potenzialmente aumentare i livelli di prolattina.

  • Gestione dello Stress: Tecniche di riduzione dello stress come la meditazione, l’esercizio fisico regolare, tecniche di respirazione e yoga possono aiutare a mantenere i livelli di prolattina sotto controllo.
  • Supporto Psicologico: In alcuni casi, la consulenza psicologica o la terapia possono essere utili per gestire lo stress cronico o acuto, contribuendo indirettamente a normalizzare i livelli di prolattina.

Ruolo dell’alimentazione nella regolazione della prolattina

L’alimentazione svolge un ruolo importante nel mantenimento dell’equilibrio ormonale, inclusi i livelli di prolattina. Sebbene non esistano cibi specifici che abbassano direttamente la prolattina, una dieta equilibrata e salutare può contribuire a regolare l’ormone.

  • Dieta equilibrata: Un’alimentazione ricca di frutta e verdura, cereali integrali, proteine magre e grassi sani può sostenere il funzionamento ormonale generale.
  • Evitare alimenti stimolanti: Alimenti che possono stimolare la produzione di prolattina, come quelli ad alto contenuto di zuccheri semplici o caffeina in eccesso, dovrebbero essere consumati con moderazione.

Mentre i cambiamenti nello stile di vita non possono sostituire le terapie mediche per l’iperprolattinemia, possono comunque svolgere un ruolo di supporto significativo. La gestione efficace dello stress e l’adozione di abitudini alimentari sane possono aiutare a mantenere i livelli di prolattina in equilibrio e migliorare il benessere generale. Come sempre, è importante consultare un medico o un nutrizionista per consigli personalizzati, specialmente se si stanno affrontando problemi di salute specifici.

 

Prolattina alta in gravidanza

Durante la gravidanza, è normale che i livelli di prolattina aumentino. Questo incremento svolge un ruolo fondamentale nel preparare il corpo per l’allattamento. Tuttavia, è importante comprendere le particolarità della prolattina alta in questo contesto e le sue possibili implicazioni.

Ruolo della Prolattina Durante la Gravidanza

In gravidanza, la prolattina contribuisce a sviluppare il tessuto mammario in preparazione dell’allattamento. Questo aumento fisiologico non è motivo di preoccupazione, ma parte del naturale adattamento del corpo alla gravidanza.

Regolazione Ormonale: Durante la gravidanza, l’equilibrio ormonale del corpo cambia significativamente. La prolattina, insieme ad altri ormoni come l’estrogeno e il progesterone, aumenta per supportare sia la madre che il feto.

Monitoraggio dei Livelli di Prolattina in gravidanza

Sebbene l’aumento della prolattina sia normale in gravidanza, è importante monitorarne i livelli, soprattutto se si presentano sintomi insoliti o se c’era già un’iperprolattinemia pre-gravidanza.

Controlli Regolari: I controlli prenatali possono includere la verifica dei livelli ormonali, compresa la prolattina, per assicurarsi che rimangano entro un range considerato normale per la gravidanza.

Implicazioni della Prolattina Alta Non Fisiologica

In alcuni casi, livelli eccessivamente alti di prolattina in gravidanza possono non essere legati ai cambiamenti fisiologici e potrebbero necessitare di ulteriori indagini.

  • Valutazione dei Sintomi: Sintomi come mal di testa o problemi di visione in gravidanza possono richiedere una valutazione per escludere condizioni come un prolattinoma.
  • Gestione e Trattamento: Se la prolattina alta è dovuta a cause non fisiologiche, il medico può consigliare un piano di trattamento adeguato, che consideri sia la salute della madre che quella del feto.

L’aumento dei livelli di prolattina in gravidanza è un fenomeno normale e cruciale per la preparazione all’allattamento. Tuttavia, è importante un monitoraggio regolare, soprattutto in presenza di condizioni preesistenti o sintomi insoliti. La collaborazione con il proprio medico è essenziale per garantire una gravidanza sana e per gestire qualsiasi problema di salute in modo sicuro ed efficace.

 

Prolattina e Fertilità: Un Legame Cruciale

La relazione tra prolattina e fertilità è complessa e significativa. Mentre la prolattina svolge un ruolo fondamentale nel processo riproduttivo, livelli anormalmente alti possono influenzare la fertilità sia negli uomini che nelle donne. Comprendere questo legame è cruciale per chi desidera concepire.

Effetti della prolattina alta sulla fertilità femminile

Nelle donne, livelli elevati di prolattina possono influire negativamente sulla fertilità in diversi modi:

  • Alterazione del Ciclo Ovulatorio: La prolattina alta può interferire con il normale ciclo ovulatorio, riducendo le possibilità di ovulazione e quindi di concepimento.
  • Effetti sugli Ormoni Riproduttivi: Livelli anormali di prolattina possono alterare l’equilibrio degli ormoni sessuali, come l’estrogeno, che sono essenziali per la fertilità.

Impatto della prolattina alta sulla fertilità maschile

Anche negli uomini, l’iperprolattinemia può avere un impatto sulla fertilità:

  • Riduzione della Produzione di Spermatozoi: Livelli elevati di prolattina possono ridurre il numero e la qualità degli spermatozoi.
  • Influenza sulla Funzione Sessuale: L’iperprolattinemia può ridurre la libido e causare disfunzione erettile, influenzando indirettamente la fertilità.

Diagnosi e trattamento dell’iperprolattinemia nella gestione della fertilità

La diagnosi tempestiva e il trattamento dell’iperprolattinemia sono fondamentali per coloro che affrontano problemi di fertilità.

  • Test Ormonali: La valutazione dei livelli ormonali, compresi quelli della prolattina, è un passo importante per le coppie con problemi di fertilità.
  • Trattamenti Personalizzati: A seconda della causa sottostante dell’iperprolattinemia, possono essere prescritti trattamenti specifici, come farmaci per ridurre i livelli di prolattina o per trattare le condizioni associate.

Il ruolo della prolattina nella fertilità è un aspetto critico nella pianificazione familiare e nel trattamento dei problemi di fertilità. Una comprensione approfondita dell’effetto dell’iperprolattinemia e un’adeguata gestione medica sono essenziali per ottimizzare le possibilità di concepimento e mantenere la salute riproduttiva. Collaborare con specialisti in endocrinologia e fertilità può fornire le migliori strategie di trattamento e supporto.

Strategie per Abbassare la Prolattina: Approcci e Trattamenti

La gestione dell’iperprolattinemia, o livelli elevati di prolattina, richiede un approccio olistico che può includere modifiche dello stile di vita, trattamenti medici e, in alcuni casi, interventi chirurgici. Ecco alcune strategie e trattamenti comunemente adottati per abbassare i livelli di prolattina.

Trattamenti Farmacologici

I farmaci sono spesso la prima linea di trattamento per l’iperprolattinemia, soprattutto quando è causata da prolattinomi (tumori della ghiandola pituitaria).

  • Agonisti della Dopamina: Questi farmaci, come la cabergolina e la bromocriptina, sono efficaci nel ridurre i livelli di prolattina e nel ridurre le dimensioni dei prolattinomi.
  • Monitoraggio e Ajustamenti del Trattamento: È importante monitorare regolarmente l’efficacia del trattamento e gli effetti collaterali, aggiustando il dosaggio o cambiando farmaco se necessario.

Interventi Chirurgici

In alcuni casi, specialmente quando i farmaci non sono efficaci o il prolattinoma è particolarmente grande, può essere necessario un intervento chirurgico.

  • Rimozione del Prolattinoma: La chirurgia per rimuovere un prolattinoma viene di solito eseguita attraverso un approccio mininvasivo, come la chirurgia transsfenoidale.

Modifiche dello Stile di Vita

Anche se i cambiamenti nello stile di vita da soli non possono curare l’iperprolattinemia, possono supportare il trattamento e migliorare l’equilibrio ormonale generale.

  • Gestione dello Stress: Come menzionato in precedenza, ridurre lo stress può aiutare a mantenere equilibrati i livelli ormonali.
  • Attività Fisica Regolare: L’esercizio fisico regolare, adattato alle capacità e alle condizioni di salute di ciascuno, può sostenere il benessere generale e aiutare nella gestione dell’iperprolattinemia.
  • Alimentazione Equilibrata: Una dieta sana ed equilibrata può supportare il trattamento e migliorare l’equilibrio ormonale.

Monitoraggio e Follow-Up

Il monitoraggio regolare è un aspetto cruciale della gestione dell’iperprolattinemia. Questo include controlli periodici dei livelli di prolattina e, se applicabile, valutazioni dell’effetto del trattamento sui prolattinomi.

  • Valutazioni Periodiche: Queste possono includere esami del sangue per monitorare i livelli di prolattina e, in alcuni casi, imaging come la risonanza magnetica per valutare le dimensioni dei prolattinomi.

La gestione efficace dell’iperprolattinemia richiede spesso un approccio combinato che include trattamenti farmacologici, potenziali interventi chirurgici e modifiche dello stile di vita. La collaborazione con il proprio medico, l’aderenza al piano di trattamento e il monitoraggio regolare sono essenziali per il controllo a lungo termine dei livelli di prolattina e per mantenere una buona salute generale.

 

Quando Preoccuparsi per la Prolattina Alta: Consigli per i Pazienti

Riconoscere quando è il momento di preoccuparsi per i livelli elevati di prolattina è fondamentale per la salute generale e il benessere. È importante essere consapevoli dei segnali che possono indicare un’iperprolattinemia che necessita di attenzione medica.

Segnali di Allarme

Alcuni segnali possono indicare la necessità di una valutazione medica più approfondita:

  • Persistenza o Aggravamento dei Sintomi: Se i sintomi associati all’iperprolattinemia, come disturbi mestruali, galattorrea, o problemi di fertilità, persistono o peggiorano, è importante consultare un medico.
  • Sintomi Nuovi o Insoliti: Qualsiasi nuovo sintomo o cambiamento improvviso nello stato di salute dovrebbe essere valutato, soprattutto se include mal di testa persistenti o alterazioni della visione.
  • Effetti Collaterali dei Farmaci: Se si sospetta che un farmaco possa essere la causa di prolattina alta, è importante discuterne con il proprio medico.

Consultazione Medica

La chiave per affrontare con successo l’iperprolattinemia è la collaborazione con i professionisti sanitari. Durante la consultazione, si dovrebbero discutere:

  • Storia Clinica Completa: Fornire al medico una panoramica completa della propria storia clinica, inclusi i sintomi, i farmaci in uso, e la storia familiare di condizioni endocrine.
  • Esami Diagnostici: Il medico potrebbe raccomandare esami del sangue per misurare i livelli di prolattina o altri ormoni, oltre a eventuali esami di imaging.

Importanza del Follow-Up

La regolarità nel follow-up è essenziale, specialmente se si è in trattamento per l’iperprolattinemia. Questo può includere:

  • Controlli Ormonali Periodici: Verificare periodicamente i livelli di prolattina per monitorare l’efficacia del trattamento.
  • Valutazioni della Risposta al Trattamento: Discussione dei progressi e degli effetti collaterali del trattamento durante gli appuntamenti di follow-up.

La prolattina alta può essere gestita efficacemente con un approccio proattivo e informato. Essere attenti ai segnali del proprio corpo e mantenere una comunicazione aperta con il proprio medico sono passi fondamentali. Affrontare tempestivamente l’iperprolattinemia può migliorare la qualità della vita e prevenire complicazioni a lungo termine.

 

Comprendere la prolattina per una salute migliore

In conclusione, la comprensione della prolattina e la sua gestione sono aspetti cruciali per la salute ormonale e generale. L’iperprolattinemia, sebbene sia una condizione gestibile, richiede attenzione e cura per evitare complicazioni a lungo termine. Ecco un riepilogo dei punti chiave e delle strategie per una gestione efficace.

Riepilogo delle informazioni più importanti

  • Importanza della Prolattina: La prolattina è un ormone essenziale che svolge ruoli cruciali nel corpo, particolarmente nella riproduzione e nella produzione del latte.
  • Identificare le Cause: Comprendere le diverse cause di prolattina alta, come problemi alla ghiandola pituitaria, stress, farmaci o condizioni mediche, è fondamentale per un trattamento mirato.
  • Riconoscere i Sintomi: Essere consapevoli dei sintomi dell’iperprolattinemia, come disturbi mestruali, galattorrea, problemi di fertilità e impatto sulla salute sessuale, è importante per la diagnosi precoce.

Strategie di Gestione

  • Approccio Olistico: La gestione della prolattina alta richiede un approccio olistico che comprende trattamenti medici, modifiche dello stile di vita e gestione dello stress.
  • Collaborazione con Specialisti: Lavorare con endocrinologi e altri specialisti sanitari è fondamentale per sviluppare un piano di trattamento efficace e personalizzato.
  • Monitoraggio Regolare: Controlli periodici e valutazioni ormonali sono essenziali per monitorare l’efficacia del trattamento e per adeguare le strategie terapeutiche.

Domande e Risposte Frequenti sulla Prolattina Alta

  1. Che cosa causa la prolattina alta?
    La prolattina alta può essere causata da vari fattori, come tumori benigni alla ghiandola pituitaria (prolattinomi), farmaci (antidepressivi, antipsicotici), condizioni di stress, alterazioni della funzione tiroidea, e gravidanza.
  2. Quando dovrei preoccuparmi per la prolattina alta?
    È consigliabile consultare un medico se si sperimentano sintomi come disturbi mestruali, produzione di latte al di fuori della gravidanza, problemi di fertilità, mal di testa persistenti, o alterazioni della visione.
  3. Quali sono i sintomi comuni della prolattina alta?
    I sintomi includono disturbi mestruali, galattorrea (produzione di latte), infertilità, diminuzione della libido e disfunzione erettile negli uomini, e possibile ingrossamento del tessuto mammario negli uomini (ginecomastia).
  4. La prolattina alta può interessare gli uomini?
    Sì, anche se meno comune, gli uomini possono soffrire di prolattina alta, presentando sintomi come riduzione della libido, disfunzione erettile e talvolta galattorrea.
  5. La prolattina alta influisce sulle donne in particolare modo?
    Nelle donne, la prolattina alta può causare disturbi mestruali, galattorrea, e può influenzare la fertilità interferendo con l’ovulazione.
  6. Lo stress può causare prolattina alta?
    Sì, lo stress, sia fisico che emotivo, può aumentare temporaneamente i livelli di prolattina.
  7. Esiste un legame tra prolattina alta e tumori?
    Sì, in alcuni casi, la prolattina alta può essere causata da tumori benigni della ghiandola pituitaria, noti come prolattinomi.
  8. Ci sono cibi da evitare se ho la prolattina alta?
    Non esistono cibi specifici che causano l’aumento della prolattina, ma una dieta equilibrata e la riduzione di alimenti stimolanti come la caffeina possono aiutare a gestire i livelli.
  9. Come si può abbassare la prolattina alta?
    La prolattina alta può essere trattata con farmaci come gli agonisti della dopamina, modifiche dello stile di vita, gestione dello stress, e in alcuni casi, chirurgia se è presente un prolattinoma.
  10. È possibile rimanere incinta con la prolattina alta?
    La prolattina alta può interferire con la fertilità, ma con il trattamento adeguato, molte donne possono concepire. È importante consultare un medico per una valutazione e una pianificazione personalizzata.
Autore
Dott.ssa Priscilla Andrade

Dott.ssa Priscilla Andrade

Ginecologa presso Clinica Fertilab Barcelona

Data di pubblicazione
7 Maggio 2022
Data di aggiornamento
13 Dicembre 2023

Articoli correlati

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Compila il modulo e ti ricontatteremo in brevissimo tempo.