1. Home
  2. »
  3. Gravidanza
  4. »
  5. Si può essere incinta ed avere le mestruazioni?

Si può essere incinta ed avere le mestruazioni?

Dott.ssa Priscilla Andrade

Dott.ssa Priscilla Andrade

Ginecologa presso Clinica Fertilab Barcelona

Qualsiasi spotting nel ciclo di una donna tende ad essere considerato all’inizio come flusso mestruale. Tuttavia non vi è sempre una diretta correlazione e le cause del sanguinamento possono essere molteplici.

Se stai aspettando un bambino, hai avuto delle perdite di sangue e ti chiedi se puoi essere incinta e avere il ciclo, ti daremo una risposta. Fertilab Barcelona, clinica della fertilità con oltre 25 anni di esperienza, ti spiega i principali tipi di sanguinamento che una donna può avere, per risolvere qualsiasi dubbio tu possa avere in merito.

Link rapidi

Si può essere incinta e avere le mestruazioni: differenze tra mestruazioni e sanguinamento.

Quando una donna rimane incinta smette di avere il ciclo. In effetti, il primo e principale sintomo della gravidanza è l’assenza di mestruazioni.

Ogni mese l’utero della donna si predispone a ricevere una gravidanza e quando ciò non si verifica inizia la fase mestruale. Perché ciò avvenga, la donna deve aver rilasciato in precedenza un ovocita che non è stato fecondato da uno spermatozoo, e questo significa che non è possibile essere incinta e continuare ad avere il ciclo. Tuttavia a volte possono verificarsi sanguinamenti meno intensi che possono essere confusi con il flusso mestruale, ma che non hanno niente a che fare con esso.

Una donna incinta infatti non avrà più il ciclo fino a dopo il parto. Eppure molti interpretano ogni possibile sanguinamento come flusso mestruale, anche quando effettivamente non lo è.

Perché un sanguinamento possa essere classificato come mestruazione, le perdite devono essere regolari, senza anticipare o ritardare il periodo, ed avere le solite caratteristiche del ciclo in quantità e durata.

 

Cos’è il sanguinamento da impianto?

Molte donne confondono il sanguinamento da impianto con il loro periodo mestruale. Quando l’embrione si attacca alla parete interna dell’utero, rompe piccole vene e arterie nell’endometrio e può causare sanguinamento. Si tratta di un fenomeno che di solito avviene nelle prime settimane di gestazione, ossia quando la donna dovrebbe avere il ciclo, il che rende possibile la confusione tra i due eventi.

Il sangue perso in questa ipotesi è leggermente diverso da quello delle mestruazioni, in quanto ha un colore rosso scuro quasi nero e la sua durata può variare da poche ore a un paio di giorni. Può verificarsi in circa 3 donne su 10.

 

Altre cause di sanguinamento durante la gravidanza

Sebbene tale fenomeno non si presenti in tutti i soggetti, il sanguinamento vaginale può verificarsi in una fase qualsiasi della gravidanza e per diversi motivi. Il più comune resta comunque il sanguinamento da impianto, ma non è l’unico.

  • Fare sesso: A volte se una donna è incinta e fa sesso, può verificarsi un piccolo sanguinamento.
  • Minacce di aborto: di solito si verificano nel primo trimestre di gestazione, portano a forti emorragie e in alcuni casi anche coaguli e dolori addominali.
  • Gravidanza ectopica: si verifica quando la gravidanza progredisce al di fuori dell’utero, di solito nelle tube di Falloppio. Questi tipi di gravidanze non possono continuare normalmente.
  • Placenta previa: la posizione della placenta a volte può essere bassa, coprendo l’orifizio cervicale interno o raggiungendo il suo limite. Se questo avviene, si verificano piccoli sanguinamenti nella placenta che vanno direttamente all’esterno attraverso la vagina.

 

Ora sai che non è possibile essere incinta e avere le mestruazioni, ma possono verificarsi comunque diversi tipi di sanguinamento che potrebbero essere irrilevanti o rappresentare un problema più grave. Se vuoi rimanere incinta e hai difficoltà nel farlo, nel centro Fertilab Barcelona offriamo tutti i tipi di trattamento per la fertilità con le migliori percentuali di successo.

 

Contattaci per maggiori informazioni. Il sogno di avere un bambino è ora più vicino.

Autore
Dott.ssa Priscilla Andrade

Dott.ssa Priscilla Andrade

Ginecologa presso Clinica Fertilab Barcelona

Data di pubblicazione
1 Dicembre 2021
Data di aggiornamento
24 Gennaio 2024

Articoli correlati

Perdite bianche in gravidanza

Perdite bianche prima del ciclo: quali sono i motivi?

Nella maggior parte dei casi si tratta di un evento del tutto normale, finalizzato alla creazione di un film mucoso adatto a proteggere la donna dall’insorgenza di infezioni. Esistono però dei casi in cui la loro presenza accompagnata anche da altri sintomi, può essere un segnale preoccupante, come nel caso in cui dovessero essere particolarmente abbondanti o presentarsi con bruciore, prurito e cattivo odore.   Perdite bianche e ciclo mestruale

Colore e tipo delle perdite vaginali

Perdite vaginali, tipologie e colore, cosa c’è da sapere?

Le perdite vaginali normali Per poter fare una distinzione tra le perdite vaginali innocue e quelle anomale, è essenziale effettuare un’osservazione delle loro caratteristiche, prestando molta attenzione a questi 5 fattori: l’odore, il colore, la densità, la frequenza di comparsa e i sintomi correlati come il prurito e il bruciore vaginale.   Come riconoscere le perdite inconsuete in base al colore Le secrezioni vaginali sono sicuramente molto comuni a ogni

I sintomi della gravidanza

I sintomi iniziali della gravidanza

Quali sono i sintomi precoci di gravidanza Il primo sintomo di una gravidanza è sicuramente l’assenza di mestruazioni o il cosiddetto “ritardo”. Solitamente chi ha un ciclo regolare si rende conto immediatamente di un eventuale ritardo o di essere incinta proprio per la mancanza delle mestruazioni. Ci sono dei casi in cui, però, possono esserci delle perdite da impianto che possono simulare le mestruazioni, oppure potrebbe esserci un falso ciclo,

Gravidanza biochimica

Gravidanza biochimica: posso rimanere incinta di nuovo?

Cause della gravidanza biochimica I motivi legati all’avvenimento di una gravidanza biochimica sono molteplici, e non si differenziano poi molto da quelli che provocano ogni altro tipo di aborto spontaneo: in primo luogo l’aneuploidia dell’embrione (termine con cui si intende un’alterazione del numero dei cromosomi), o anomalie che riguardano la struttura uterina materna. È stato a quest’ultimo scopo eseguito uno studio che ha individuato come le gravidanze biochimiche interessino maggiormente

Sintomi transfer embrioni positivo

Sintomi positivi dopo transfer embrionale: come riconoscerli?

I sintomi dell’avvenuta gravidanza dopo transfer sono quelli tipici che si possono osservare anche in seguito ad una fecondazione naturale, come per esempio: Leggero spotting definito anche come perdite da impianto; Crampi simili a quelli mestruali; Tensione mammaria; Stanchezza; Nausea; Gonfiore; Perdite vaginali; Stimolo continuo ad urinare. È logico ovviamente che tutti questi sintomi non siano accompagnati anche da perdite vaginali che invece possono corrispondere a ciclo mestruale o ad

Perdite da impianto gravidanza

Perdite da impianto: cosa sono e perché si presentano

Cosa sono le perdite da impianto Le perdite da impianto sono piccole perdite di sangue che possono verificarsi quando l’embrione, dopo essere stato fecondato si impianta nella parete dell’utero. Questo fenomeno può verificarsi generalmente tra i 6 e i 12 giorni dopo l’ovulazione, ovvero quando l’ovulo rilasciato dalle ovaie viene fecondato dallo spermatozoo. Il motivo per cui possono verificarsi le perdite da impianto è legato al processo di annidamento dell’embrione.

Hai bisogno di maggiori informazioni?
Compila il modulo e ti ricontatteremo in brevissimo tempo.

BABY Ferti Programma di gravidanza garantita
BABY Ferti - Programma di gravidanza garantita con Ovodonazione
Il tuo bimbo a casa o ti rimborsiamo il 100% dell'importo.
Scopri di più